L'evento di riferimento per i collezionisti di retrocomputer e gli appassionati di archeologia informatica.

Con il Patrocinio del COMUNE DI LASTRA A SIGNA Assessorato alla Cultura
Tema: 30 ANNI FA: AMIGA 500
Data: Domenica 26 Novembre 2017
Scritto da Leonardo Vettori

Quando iniziammo a vedere attraverso le vetrine dei pochi negozi di computer le immagini di Tutankamon e della Venere del Botticelli con tantissime sfumature di colori e che i videogiochi assomigliavano sempre più a quelli “veri” dei Coin Op del bar sotto casa, noi appassionati di computer, capimmo immediatamente che era arrivato il momento di passare dalla tecnologia a 8 bit a quella a 16 bit.
Adesso potevamo permettercela. Era disponibile ad un buon prezzo e tutto questo grazie al nuovo Amiga 500 della Commodore.
Era il maggio del 1987 e iniziava una nuova era per molti di noi.
L'Amiga 500 fu un vero e proprio successo, infatti chi masticava già un pò di informatica non vedeva l’ora di mettere le mani sui processori 68000, il videogiocatore accanito non vedeva l'ora di giocare ai nuovi titoli disponibili, e, invece, chi fino ad allora non aveva trovato interessanti i computer, adesso li rivalutava perch´ era possibile creare musica “ascoltabile” e grafica abbastanza “fotorealistica”.
Rispetto agli Home Computer a 8 bit e agli stessi PC dell’IBM, l’Amiga era avanti anni luci.
L’interfaccia grafica era bella e colorata. Adesso non si scrivevano più i comandi incomprensibili come LOAD”$”,8,1 ma era sufficiente un semplice click del mouse per caricare, salvare e copiare i propri files.
I lentissimi registratori a cassetta finirono in cantina poich´ l’Amiga 500 comprendeva già un velocissimo disk drive da 3,5 pollici, e le televisioni che fino ad allora stavano sulle scrivanie di ogni bravo studente che furono sostituite dai bellissimi monitor a colori.
E vogliamo parlare di capolavori come Shadow of the best, Another world, Defender of the crown?
Quest’anno, noi del Firenze Vintage Bit, ci siamo sentiti in dovere di festeggiare insieme a voi i 30 anni di questo computer che rivoluzionò il modo di giocare, di fare musica e disegnare.
Vi aspettiamo numerosi anche quest'anno!!!

Progetto grafico della locandina a cura di Walter Pugi.
Tutti i diritti riservati.